Che cos’è un interruttore bipolare?

Gli interruttori bipolari risultano molto utili per gestire i carichi elettrici particolarmente pesanti (ad es. lavatrici, climatizzatori, lavastoviglie, ecc.). Un interruttore di questo tipo garantisce infatti l’isolamento totale perché, al contrario di quello unipolare, interrompe sia la fase che il neutro.

L’interruttore bipolare si differenzia dagli altri interruttori perché ha 0/1 e un doppio morsetto sul retro.

Cosa occorre per collegare un interruttore bipolare

Per collegare un interruttore bipolare all’impianto occorrono:

  • un interruttore bipolare. Si differenzia dagli altri interruttori perché ha due scritte riportate sopra (0/1) e un doppio morsetto sul retro, per interrompere sia la fase che il neutro;
  • cacciavite.

Come collegare un interruttore bipolare: 4 step fondamentali

  1. Togliere la corrente all’impianto dell’abitazione e chiudere l’interruttore del salvavita.
  2. Una volta individuati i due cavi fase e neutro che arrivano alla scatola di derivazione, cablarli nei morsetti dell’interruttore bipolare.
  3. Inserire negli altri due morsetti i cavi che arrivano dalla lampada o dal carico.
  4. Per verificare il funzionamento del nuovo impianto armare l’interruttore salvavita e dare corrente.

Collegamento interruttore bipolare: Tutorial

Seguendo queste semplici istruzioni è possibile collegare un interruttore bipolare per poter gestire l’accensione e lo spegnimento di grandi elettrodomestici, senza dover ogni volta inserire e disinserire la spina dalla presa di corrente.

Se invece hai bisogno di collegare un interruttore unipolare segui il tutorial per poter collegare un interruttore unipolare in modo semplice e sicuro.

Devi scegliere le placche per la tua casa nuova? Vuoi cambiare stile negli ambienti domestici?

Scopri il configuratore. Facile, divertente e intuitivo.

CONFIGURA LA TUA PLACCA